ste||arium

15.5.06

chi sbaglia a comunicare muore di fame

Facile comunicare quando hai le chiavi: entri sempre dalla porta principale, vero Igor Righetti? A me più spesso capita che sono distratto, queste chiavi le dimentico e rimango chiuso fuori. Diciamo che succede quasi sempre e avrei dovuto imparare a legarmele alla cintura, ma se non l’ho fatto forse è perché mi piaceva anche tanto passare dalla finestra. Shame on you! L’immediatezza? Se la smarrisci è una sciagura e io sono un inetto, l’ho persa giocando a fare il complicato. Quanto ci ho messo l’altra settimana a riparare quell’audiocassetta su cui avevo registrato le mie improvvisazioni? Dopo cinque minuti che l’ascoltavo mi ero addormentato (cribbio, che emozioni la mia musica!) senza accorgermi che lo stereo era difettoso e quando mi son ripigliato il nastro si era tutto attorcigliato su se stesso fino a bloccarsi un po’ lacerato un po’ deformato. Ahi que dolor, la povera creatura è spacciata! Subito ho pensato a me, inteso come persona: un giorno della mia vita mi devo essere attorcigliato fino a rimanere prigioniero dei miei fili, pupo immobile dagli occhi sbarrati. In ultimo vi dirò: quella cassetta l’ho aggiustata, ma ci ho messo ore. Con cacciavite, colla e forbici è ritornata a funzionare, anche se ho dovuto tagliare via qualche minuto dove il nastro era rimasto irrimediabilmente corrotto.

5 Comments:

At 5/17/2006 09:32:00 AM, Anonymous Anonimo said...

Grazie per avermi messo nei link...
Sono sinceramente lusingato.
Francesco

 
At 5/18/2006 01:26:00 AM, Blogger la rochelle said...

figurati francesco, merita di stare lì tra i miei legami.
e poi per me è più comodo venirti a leggere...

 
At 5/18/2006 09:13:00 PM, Blogger Fra said...

Piango nel riuscire a comunicare.
O no?

 
At 5/21/2006 11:37:00 PM, Blogger la rochelle said...

secondo me si piange perchè nel comunicare apriamo la porta alla nostra solitudine. nel momento in cui la dividiamo con gli altri ci sentiamo consolati... un po' come nei funerali del sud dove le donne per dovere si vestono di nero e vanno a piangere nella casa del morto. dopo di ciò, è anche possibile ridere nel comunicare

 
At 5/27/2006 12:11:00 PM, Anonymous ale said...

tu sei il re della comunicazione..conosci i modi per colpire al segno e le chiavi in fondo le hai sempre in tasca..donc shame of you!

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home