ste||arium

28.10.07

l'evasore temporale

millennium bridge
La scrittura è tempo passato a scrivere. Eppure il tempo di queste parole non esiste. L’introduzione dell’ora solare e lo spostamento delle lancette indietro di sessanta minuti mi regalano 3600 secondi al di fuori del tempo. Ora sono le 2 di notte, tra un’ora saranno di nuovo le 2. E io nel frattempo avrò vissuto in tutto e per tutto, tranne che per il tempo.

Un evasore temporale con i giorni contati, ecco cosa sono. Con un tesoretto di 3600 secondi da custodire gelosamente, fino a quando l’esattore dell’ora legale non ne pretenderà la restituzione.

Mentre riavvolgo le lancette e si rifanno le 2, la mente - come frutta esposta ad arte sul banco del mercante imbroglione - mi offre a buon prezzo un invitante treno di ricordi. Non trassare, arrogante bottegaio, dentro la mela ci sta il verme. Il verme del passato. Ma questi 3600 secondi li voglio riempire di presente, perciò scrivo dell’amore.

L’amore? Treni di sola andata: corsa, stazione, corsa. A differenza degli orologi, non tornano mai indietro. Al limite ritardano.

Etichette: , , , , ,

9 Comments:

At 10/28/2007 11:42:00 AM, Blogger Davide said...

Il tempo. cosa buffa ma a volte struggente. chi sa apprezzare le piccole cose riesce a fermarlo per qualche istante e allora può dirssi felice.la tua descrizione è stata una fotografia del tempo.
stai bene e un saluto doppio...

 
At 10/29/2007 09:08:00 PM, Anonymous Anonimo said...

corsa SCATTO corsa
flash SCATTO corsa
stop

 
At 10/30/2007 10:16:00 AM, Blogger romHero said...

Dissento sull'amore come treno di sola andata.

Nemmeno temporalmente, dal punto di vista fenomenologico, l amore è di sola andata.
Pensiamo a quanti bei ricordi l'amore regala, facendo il biglietto di solo ritorno.

Per tacere degli amori che tornano.
Magari in tassì.

 
At 10/30/2007 07:51:00 PM, Blogger la rochelle said...

>> romhero: capisco il tuo dissenso sulla visione dell'amore-treno, ma resto della mia idea. secondo me si va avanti cambiando treno di volta in volta: da qualcuno sei espulso perchè non hai il biglietto, altri li lasci perchè vanno troppo piano, altri perchè vanno troppo forte. su un treno ti puoi pure addormentare, di un treno ti puoi anche accontentare. potrei andare avanti all'infinito... ma tornare indietro, quello no, mai. perchè secondo me è tutta la vita che è un biglietto di sola andata.

>>grazie davide: porta l'altra metà del mio saluto alla tua musa sbrilluccicosa

>>anonimo: non ci conosciamo ancora o forse non ci conosciamo più... però, chiunque tu sia, ora ti sto sorridendo

 
At 10/30/2007 08:15:00 PM, Blogger romHero said...

point of view.

io ho sempre visto l amore come una superstrada a doppia corsia.

quando vuoi tornare, se puoi farlo, una bella inversione a U e vai di gas.


che poi certi amori siano deviazioni sulla tangenziale, aree di sosta, altro discorso.

 
At 11/03/2007 02:45:00 PM, Blogger Erre54 said...

ho sempre preso bigletti per treni di solo andata..
non ho mai pensato ad un biglietto di antata e ritorno
ho scelto la stazione giusta

 
At 11/05/2007 06:29:00 PM, Anonymous Massimo said...

Arturo Girolimoni e Giovanni Chiedovenia ti aspettano sulle pagine di http://nonhodormitomai.myblog.it/ e http://tapenoon.myblog.it/ per raccontarti le loro mirabolanti avventure, un crossover nato d’istinto, in cui, di post in post, si narrerà la storia di due piccoli personaggi dell’italica penisola a confronto con le miserie del nobile paese, che memore dei loro sforzi, li ha mandati in pensione, destinandoli ad una vita….beh insomma venite a scoprirlo da voi. Un saluto e scusa il disturbo.

 
At 11/07/2007 10:29:00 PM, Blogger PIDEYE said...

Hey passa sul mio blog e tanta il rompicapo o quntomeno votalo ;)Un bacio.Pideye

 
At 11/08/2007 11:17:00 PM, Blogger la rochelle said...

ERRE54 ADORO IL TUO COMMENTO

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home