ste||arium

25.9.07

ritorni in mente

4 maggio 2007 - piove (ancora)
Il cielo nuvolo di pioggia porta il tuo sguardo,
la terra gonfia e scura promette il tuo corpo.

L’odore s'infila appuntito nelle pieghe,
incidendo per un istante il flusso asettico delle cose.

(Ora però datti una mossa e lavora)

Etichette: , , ,

9 Comments:

At 9/26/2007 11:44:00 AM, Anonymous gale said...

molto toccante.

oggi non chiedo di meglio

 
At 9/26/2007 04:12:00 PM, Anonymous Massimo said...

incidere nelle pieghe
senza ferire

 
At 9/26/2007 07:14:00 PM, Blogger Mariangela said...

...pura poesia

 
At 9/26/2007 11:10:00 PM, Blogger krepa said...

molto poetico caro pietro...bravo come sempre

 
At 9/27/2007 08:47:00 AM, Blogger Sara said...

leggendo questo, inizia bene la mia giornata.
un bacio

 
At 9/27/2007 09:52:00 AM, Blogger Fra said...

Guardo il cielo e penso
Quanto ti vorrei qui
poi mi giro e vedo
acceso, asciutto, il mio pc.
E tutto mi sembra chiaro
ti scriverò una mail
ma le consegne sono impellenti
in ferie andare, vorrei.

 
At 9/27/2007 11:15:00 PM, Blogger Davide said...

mi ci sono ritrovato molto. ciao

 
At 9/28/2007 12:13:00 AM, Blogger la rochelle said...

per i complimenti arrossisco
per la poesia di fra riverisco
GRAZIE

quanto al cielo nuvolo di poggia, oltre al suo sguardo, mi ha portato pure un bell'acquazzone che mi ha allagato la cucina. mi sa che devo star più attento a interpretare i segnali della natura (e far riparare la grondaia al più presto)

 
At 9/30/2007 10:36:00 PM, Anonymous ale said...

la grondaia...cosa dove quando???

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home