ste||arium

8.11.07

emocromo

la tenda

ESPERIMENTO
Non sai come sottrarti alla lettura di questo post?
Giuoca d'azzardo e ascolta il podcast


Abbiamo un sistema circolatorio per il sangue e un sistema circolatorio per i colori. Generiamo analogamente colori e sangue, e godiamo di buona o cattiva salute nella misura in cui il nostro sangue e i nostri colori sono più o meno sani. Abbiamo patologie simili per entrambi i sistemi circolatori. Per i colori, le più comuni sono: ischemie cromatiche, infarti di giallo, tachicromie, ictus blu. Ma a differenza del sangue, non si pensa mai alla salute dei nostri colori. Poi capita che le arterie dei colori si spezzino e si verifichino gravi emorragie. Cose che se non si interviene in tempo sono guai; noi, distratti, alle volte neanche ce ne accorgiamo. Molte persone non se ne sono curate e oggi sono grigie dentro.

Dalle ferite più profonde non esce il sangue: escono i colori.

Etichette: , , ,

13 Comments:

At 11/09/2007 02:43:00 PM, Anonymous Massimo said...

e quando si verifica un arcobaleno cosa vuol dire?

 
At 11/09/2007 04:03:00 PM, Blogger krepa said...

tutto è colore, hai ragione..
hai letto Almost Blue di Lucarelli? il ragazzo cieco riportava ogni cosa e sensazione a dei colori...

 
At 11/09/2007 06:07:00 PM, Blogger la rochelle said...

>>massimo non lo so! non sono un medico nè un meterologo anche se mi piacerebbe.
però ogni volta che passi di qua (o forse che passo io sul tuo blog) mi viene sempre da copi... ehm sperimentare qualcosa: ora per esempio il podcast

>>non l'ho letto caro krepa, però una notte di qualche mese fa ricordo di aver visto il film tratto da quel romanzo, carino ma niente più.. poi è vero che ci sono cose che ti entrano dentro in silenzio, magari ascoltate per caso in un film, e con il passare del tempo diventano importanti. come questa mia dedizione ai colori

 
At 11/10/2007 12:51:00 AM, Anonymous Anonimo said...

tipo: quando uno perde il giallo...?

 
At 11/10/2007 07:02:00 PM, Blogger Davide said...

come saprai ogni colore che vediamo è un'impressione che il nostro cervello registra combinando i segnali delle bande cromatiche fondamentali che sono rossa verde e blu.
I colori siamo noi a farli il mondo siamo noi a vederlo come vogliamo, tutto è soggettivo.
il mondo è bianco e nero. i colori li mettiamo noi.
i colori siamo noi.
ciao e grazie

 
At 11/11/2007 09:20:00 AM, Blogger Sara said...

questa visione della vita non l'avevo mai presa in considerazione, ma più ci penso e più do valore ai colori; dell'anima, della vita.

In discesa i colori sbiadiscono e pallore e uniformità ti annebbiano i sensi ma stimo chi è pronto a lasciarsi fare una trasfusione di tempera viva, densa, da qualsiasi persona, avvenimento, cosa.

un abbraccio

 
At 11/11/2007 06:15:00 PM, Anonymous Giulia said...

Ho il colore bianco della purezza che non ho più.
Ho il colore bianco perché vorrei
prendere tutti i colori del mondo
ed accoglierli dentro di me,
e magari inventarne di nuovi.

Ti mando un tulipano bianco,
perché per me sei puro.

Non ci sono, ma spero sempre
per il tuo meglio.

Alla prossima,
Giulia

 
At 11/14/2007 07:32:00 PM, Blogger PIDEYE said...

Credo che i colori siano come il sale sulle pietanze. Senza non ci srebbe gusto.

 
At 11/15/2007 12:11:00 AM, Blogger la rochelle said...

>>anonimo: adoro il giallo, è un colore solare, indica espansione e ricerca del nuovo, del cambiamento, vivere al di fuori degli schemi. il giallo è un colore estroverso, leggero. però è un colore fragile e facilmente lo si perde. per me del giallo bisogna sempre avere fiducia... presto o tardi ritorna, un po' come torna il sole quando si grattano via le nuvole

>>davide: quando penso alle tue foto in bianco e nero, penso ai colori che mi suscitano dentro quando le guardo. perciò sì, penso proprio che tu abbia ragione

>>sara! scrivi "trasfusione" e cogli in pieno il non-detto di queste parole. "trasfusione" è la parola che era alla base del pensiero da cui poi è nato questo post. ecco, mi sembrava giusto dirtelo

>>giulia: la purezza, il candore del pensiero sono aspetti del nostro essere tanto quanto lo sono la turpitudine e la grettezza.
ma per quanto un blog non possa rappresentare, se non in minima parte quello che è il pensiero di un uomo o di una donna, raccolgo col sorriso (a nascondere un po' d'imbarazzo) questo tuo punto di vista sulla mia estensione virtuale...
anche perchè di solito è il web il luogo in cui una persona, senza il controllo della società, è portata a compiere le peggio cose.

>>pideye, ho sempre sentito dire quest'espressione, "il sale della vita", come cosa positiva, e ci mancherebbe altro: senza sale non c'è sapore. però dico, il sale va dosato, perchè un uso eccessivo può causare ritenzione idrica, problemi al cuore e ipertensione, tutti guai per il nostro fisico. e sai allora? secondo me anche i colori vanno dosati

 
At 11/16/2007 11:54:00 AM, Blogger Fra said...

Vi prego, datemi un pò di nero.

 
At 11/16/2007 02:15:00 PM, Blogger Sara said...

è anche merito tuo, sei riuscito a farti capire tramite poche righe. Non è da tutti.
Vorrà dire che siamo anche sulla stessa lunghezza d'onda (colorata)..
baci

 
At 11/17/2007 05:39:00 PM, Blogger la rochelle said...

SARA, TI RISPONDO SUL TUO BLOG

 
At 11/21/2007 06:15:00 PM, Blogger Sara said...

non ho potuto esserci perchè mi è più comodo fisicamente il duomo di milano :)
a presto

stupimi e (ti) con i colori

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home